Post più popolari

martedì 27 marzo 2012

Dono-per...Quaresima




"Colui che non riesce a perdonare agli altri rompe il ponte su cui lui stesso deve passare".

Quando la nostra salute od il nostro benessere, tardano ad arrivare, è necessario concedere il nostro perdono.

Il perdono può spazzare via tutti gli ostacoli che hanno impedito al benessere ed alla salute di arrivare fino a voi.

Il perdono è un potente magnete da cui nessun bene può evitare di essere attratto.

Dove vi e' una malattia vi e' pure un problöema di persona, e' soprendente come molte persone cercano di guarire
senza prima essersi liberati di emozioni negative, cauda pürofonda della malattia stessa, Depressione, panico, cancro ecc.

Puoi star sicuro che il perdono guarisce le malattie; fa diventare forti i deboli; trasforma i codardi in coraggiosi; muta gli ignoranti in saggi, e fa degli scontenti delle persone felici. "Il perdono può eliminare ciò che si era messo come ostacolo tra voi ed il vostro benessere".Io sono ora perdonato da tutti nel modo più completo. Io sono ora perdonato da tutti coloro, nel presente e nel passato, sono nella necessità di concedermi il loro perdono. La formula seguente può essere usata a tale proposito. Va ricordato che noi abbiamo pure il potere di pronunciare le parole che faranno in modo che gli altri abbiano a perdonarci.
Il cancro spesso è l'indicatore di un forte rancore, se non di odio, ed il punto dove è localizzato ci può indicare quale emozione negativa né è stata la causa, esempio: 
 amarezza, intolleranza, criticismo esasperato, ecc. La mente è vicina al corpo e
le emozioni negative sono una sorgente di intossicazione.
Il perdono dissolve le abitudini negative e le memorie che si
localizzate nella mente cosciente ed in quella subconscia.
Il perdonare significa letteralmente "donare per" ovvero dare qualcosa in cambio.
Nel perdonare non è necessario che noi andiamo a prostrarci ai piedi dell'offeso.
In definitiva perdonare significa lasciar perdere qualcosa..
che a suo tempo non si è stati capaci di tralasciare.
Per perdonare non è neppure necessario che si debba contattare la persona interessata,
se ciò capita accettiamolo. Quando avremo perdonato cambieremo i nostri atteggiamenti
e questo, di riflesso, farà cambiare i suoi atteggiamenti nei nostri confronti.
Può succedere che in noi vi siano odi e risentimenti sepolti da anni,
anche se sepolti essi sono pur sempre in noi ed emanano in continuazione delle
energie negative che avvelenano la nostra esistenza e la nostra salute.
È sufficiente persistere con il pronunciare la formula di perdono data più avanti
perchè l'intenzione entri nell'anima e, nel tempo, la ripulisca. 
Può anche succedere che giorno dopo giorno affiorino nella nostra memoria dei ricordi del passato
aventi un contenuto che il nostro perdono è riuscito a liberare.
Meditate giornalmente pronunciando questa formula con intenzione,
fiducia e perseveranza, i risultati non mancheranno.

 Io perdono qualsiasi cosa, o persona, che possa aver bisogno del mio perdono
nel tempo presente ed in quello passato. Io perdono loro con piena intenzione
. Io sono libero ed essi sono liberi. Ogni cosa è stata sistemata tra me e loro, per sempre.
Risentimento, condanna, e il desiderio di fargliela pagare, rovinano la nostra salute.
Pertanto vanno eliminati se desideriamo ritrovare la pace, la serenità e la salute.
Perdonare non è difficile, dobbiamo soltanto acquisire tale abitudine.Ecco perche' Gesu' ci ha donato il Per-dono..Per un Infinito Amore che Ha per noi!! Buona Quaresima..
E...gioia nel Perdono...Grazie Dio!! (Riflessione con Padre Cesare Zanconato)