Post più popolari

domenica 17 novembre 2013

Il Mondo pieno di colori...


  
Il mondo è ricolmo di suoni, di colori, d’aria non ancora respirata dalla paura,

 di sogni buoni ancora per essere sognati.
  Anche il suono del traffico cambierà, perché questa volta, per la prima volta lo ascoltiamo. Non ci prenderà alle spalle. Presto, ci accorgeremo che tutto ciò che ci disturba, lo fa solo perché non ci fermiamo ad ascoltarlo. Tutto se vogliamo può cambiare. Tutto può davvero fare parte del nostro volo. Ritorneremo riposati, sorridenti. Perché la chiave si nasconde dietro alla nostra consapevolezza. Ora è arrivato il momento. Apriamo i cancelli, alla vita ecco la Vita ci viene incontro...Cuori neri (carte) Cuori neri (carte) Cuori neri (carte) Il mondo è ricolmo di suoni, di colori, d’aria non ancora respirata dalla paura, di sogni buoni ancora per essere sognati. Concediamoci ogni giorno un tempo per volare, graffiamolo alla nostra corsa: fermiamoci.
  Come fare allora per divincolarci, per sciogliere le catene dell’abitudine e planare aldilà di noi? Abbiamo già tutto ciò che ci occorre: L’udito. Impariamo ad ascoltare, fermiamoci a sentire, perché si sente con gli orecchi e col cuore. Usiamo il verbo “sentire” anche quando parliamo di sentimenti. Questo, dovrebbe svegliarci dal nostro torpore, divincolandoci dalla nostra confusa abitudine di concentrarci sempre su ciò che ci manca e mai su ciò che abbiamo, che è nostro.
  

mercoledì 6 novembre 2013

Intrecciati nell'Amore...

Due Ciliegi innamorati, nati distanti, si guardavano senza potersi toccare. Li vide una Nuvola, che mossa a compassione, pianse dal dolore ed agitò le loro foglie, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono. Li vide una Tempesta, che mossa a compassione, urlò dal dolore ed agitò i loro rami, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono. Li vide una Montagna, che mossa a compassione, tremò dal dolore ed agitò i loro tronchi, ma non fu sufficiente, i Ciliegi non si toccarono. Nuvola, Tempesta e Montagna ignoravano, che sotto la terra, le radici dei Ciliegi erano intrecciate in un abbraccio senza tempo. (web)
Anche noi non consapevoli ...siamo intrecciati da radici invisibili...ma vorremmo bastare a noi stessi..
felici se comprendiamo e... chi non capisce domandi,cerchi,mettiamoci in cammino..
Giorno bello con gioia amici cari! 101 sorrisi alla "Vita Vera! Grazie Dio!

giovedì 24 ottobre 2013

La "Bellezza".....




Buongiorno Mondo!!!! Nonostante le notizie catastrofiche che inondano la terra....
nel silenzio e senza rumore...Dio non si stanca e continua a lavorare nel silenzio...
Leggendo la storia ci sono state sempre queste epoche nefaste...ma.....101 sorrisi!
Tanta gioia nel cuore come...S. Agostino!
Tardi ti amai, bellezza così antica e così nuova, tardi ti amai. Sì, perché tu eri dentro di me e io fuori.

Lì ti cercavo. Deforme, mi gettavo sulle belle forme delle tue creature. Eri con me, e non ero con te.
Mi tenevano lontano da te le tue creature, inesistenti se non esistessero in te.
Mi chiamasti, e il tuo grido sfondò la mia sordità; balenasti, e il tuo splendore dissipò la mia cecità;
diffondesti la tua fragranza, e respirai e anelo verso di te, gustai e ho fame e sete,
mi toccasti, e arsi di desiderio della tua pace.
Mettiamoci in cammino alla ricerca della "Bellezza",

perseveriamo impavidi...Un abbraccio a tutto il Mondo!

martedì 15 ottobre 2013

Parole e...Pensieri..


......le  parole scivolano via attraverso correnti diverse...
...strade lontane che non si incontrano più...
sentieri che il vento sta cancellando...
...pensieri sbiaditi dal candore della luna...
....il tempo ingoia quel che resta...
...ed io  seduta a guardare il mare...  
.. aspetto di vedere all'orizzonte...    
l`"Amore Infinito"!!!

giovedì 3 ottobre 2013

Perche??...Perche?...




Per anni e anni Ghior girò il mondo alla ricerca di qualche risposta
ai suoi affannosi "perché?".
Da piccolo aveva perso la mamma e il papà e aveva dovuto arrangiarsi per vivere,
subendo ogni sorta di privazioni. La vita, tra imprevisti,
delusioni e accidenti di ogni tipo, non gli aveva mai sorriso veramente.
Ora, stanco e arrabbiato, stava per abbandonarsi definitivamente allo sconforto, ma,
prima di mollare la presa, decise di fare un ultimo viaggio per il mondo e,

preparata alla buona una sacca con cibo e vestiti,
s'incamminò alla ricerca di risposte.Dopo molto tempo, una notte molto fredda,
arrivò in un piccolo villaggio, poche tende di pastori,qualche fuoco e molte stelle.
Entrò in una delle tende e vicino al fuoco vide addormentata ..
una vecchia donna. Stava quasi per svegliarla e chiederle ospitalità,
quando una mano gli sfiorò la spalla. Girandosi di scatto,
si trovò davanti un giovane: era un guerriero che sottovoce,
ma con tono imperioso, gli disse: "Per la notte copriti con questa!",
e gli porse una coperta morbidissima, di lana pettinata,
ricamata con colori accesi: nemmeno il tempo di ringraziare, ed era già sparito.
La luce tenue dell'alba svegliò Ghior, che ancora sotto la sua coperta,
si sentì invadere come una piena dal peso dei suoi perché....
e dei suoi dubbi antichi. La vecchia donna rientrando nella tenda
con una brocca fumante di latte di capra e qualche focaccia gli disse:
-"Figliolo, smetti di tormentarti per nulla".
-"Ma la mia sofferenza e le mie disgrazie sono nulla?" Rispose Ghior stupito e rattristato.
"Figliolo - riprese la donna - smetti di tormentarti.
Ciò che ti ha tenuto caldo durante la notte è proprio la risposta che cerchi".
Ghior non capiva.
Cos'era questa cosa che lo aveva tenuto caldo per tutta la notte...
ed era anche la risposta ai suoi perché?
Sfiorando il bordo della coperta, la morbidissima sensazione della lana ..

si trasformò in una illuminazione: -"La coperta, la coperta mi ha tenuto caldo,
la coperta! -Ma...come può essere la risposta ai perché complicati della mia vita?".
Appoggiato il latte e le focacce per terra, la vecchia donna si chinò fino
a sedersi al giaciglio di Ghior.
"Guarda figliolo - disse mostrandogli un lato della coperta - cosa vedi?"
"Dei colori bellissimi, e disegni ancor più belli ricamati
con perfezione mai vista".
"Ora guarda l'altro lato: cosa vedi?".
"Vedo il tipico aggrovigliarsi dei fili del ricamo, colori sovrapposti,
la confusione, nodi curati ma sempre nodi, e tagli di filo e colori, intrecci imprevisti,
senza senso, disegni incomprensibili e brutti da vedere".
"Ecco figliolo, la vita, la tua vita è esattamente così: tu sei sotto il ricamo della vita,
puoi vedere questa coperta solo da sotto; è la condizione umana.
Nel frattempo, per te, su di te e dentro di te si ricamano dall'altro lato
disegni e sfumature straordinarie e di una bellezza sconvolgente,
e per questo ricamo a volte si rende necessario tagliare, fare nodi, correggere.

Da qua sotto è ovvio che SENZA UN PO' DI FEDE e fantasia vedi solo tagli,
nodi e confusione, ma guarda un po' cosa sta realizzando -  su di te...- la Vita - "un ricamo meraviglioso"  ..(Racconto orientale)

Certo e' vissuta con gioia stupore meraviglia e dolore fin tanto non si aprono ..pian piano le vie della "Conoscenza" ...buon cammino a tutti noi

mercoledì 25 settembre 2013

Gabbiano Jonathan

lunedì 23 settembre 2013

Camminando allegramente...


Buongiorno Mondo! Oggi e' un nuovo giorno..
un sorriso a tutti noi!! Grazie Dio!
Non temiamo il cambiamento solo per rianere al sicuro..che poi di sicuro nulla...e'..
molti invece di vivere mille giorni diversi, vivono mille volte lo stesso giorno.
Cambiamo la nostra vita cambiando i nostri pensieri.
Incontreremo con stupore cio' che non immagginiamo.
Pian piano la vita si allarga e saremo nel mondo vero della Vita!
Camminiamo in avanti e allarghiamo lo sguardo...
tanta Luce vedremo e gioia percepiremo nel cuore...un sorriso al cielo!






mercoledì 11 settembre 2013

Verita'...



Domanda di un anima:
Il perdono verso ” i nemici” include anche i governanti corrotti?..
Intendo dire che la critica a decisioni del governo non va fatta perché sarebbe una forma di mancanza di carita'?
grazie..
Risposta di Don...
Ci mancherebbe! La critica, il giudizio sulle scelte e sui fatti non è un’offesa né una mancanza di carità. Mancanza di carità è il giudizio sulle persone.
Le persone e le loro intenzioni non vanno giudicate, perché solo Dio può giudicare. Ma le scelte, le decisioni, i programmi, che siano di politici o di altri, possono e devono essere sottoposti a “critica”, che vuol dire capacità di valutazione razionale, di discernimento tra bene e male, di offerta di possibili e valide alternat!....
Ci mancherebbe altro il Signore ci ha fatto con la mente e il cuore...quindi discernere il momento per vivere agire contemplare...
sarebbe ora di comprendere il significato veramente della "Carita' Cristiana".
I falsi pietismi... "Non ci e' dato da giudicare"..Ecco il mondo, l'Italia a cosa e' arrivata...Cristo .. denunciava apertamente le ingiustizie Politiche e..Ecclesiali..non e' amore se non c'e' " Giustizia" nella Terra, non e' un invito a fare la guerra ma... essere sinceri con noi stessi e nel mondo.. 
con dolore un sorriso.. 

sabato 7 settembre 2013

Oggi 7 Settembre..serata di veglia di preghiera per la Pace nel Mondo!.. Papa Francesco!


 
 

 
Preghiera "Ebraica per la Pace!"
Venite, saliamo al monte del Signore affinche' possiamo camminare sui sentieri dell'Altissimo.
E delle nostre spade faremo.. zappe, e delle nostre lance.. falci.
Una nazione non levera' piu' spada contro l'altra. E nessuno avra' paura, perche' la bocca del Signore degli eserciti ha parlato!
Preghiera "Mussulmana" per la Pace!
Nel nome di ALLah, clemente, il miesericordioso.
Sia lode al Signore dell'universo che ci ha creato e costituito in tribu' e nazioni, affinche potessimo conoscerci, non disprezziamoci a vicenda.
E i servi di Dio, Santi sono quelli che camminano sulla terra, con umilta', e nel rivolgerci a loro. diciamo: "PACE".
 
 
Preghiera per la Pace dei nativi americani "Indiani"!
O Grande Spirito dei nostri antenati, a te elevo il mio calumet. Ai tuoi messaggeri: i quattro venti, e alla Madre Terra che provvede ai tuoi figli. Donaci la saggezza per insegnare ai nostri figli l'Amore. Impariamo a condividere tutto il bene che ci doni sulla Terra.
 
Preghiera per la Pace degli indigeni "Africani!"
Dio onnipotente, il Grande Pollice cui non si sfugge per stringere qualunque nodoil Tuono fragoroso che fende gli alberi possenti: l'onniveggente Signore che su dal cielo vede persino le impronte di un antilope su una massa rocciosa qui in Terra, Sei la pietra angolare della pace.
Preghiera "Buddhista" per la Pace!
Che le creature smarrite in deserti impervi e spaventosi, bambini, anziani, indifesi,siano protette dai caritatevoli spiriti celesti e che presto raggiungono la Buddhita'!
 
  
 
Preghiera "Sikh" per la Pace
Dio ci giudica secondo le nostre azioni, non in base alla veste che indossiamo: tale verita' e' al di sopra di tutto, ma lo e' ancor piu' una vita vissuta nella verita'. Sappiate che amando si raggiunge Dio, e che, quella vittoria soltanto e' duratura e grazie ad essa nessunoo e' sconfitto.
 
Preghiera "Cristiana" per la Pace!
Beati i pacifici che saranno chiamati  Figli di Dio!
E cio' che volete gli altri vi facciano, .. fatelo anche a loro.
Padre nostro che sei nei cieli, sia santificato il nome Tuo, venga il Tuo Regno sia fatta la Tua volonta', come in cielo cosi' in terra!!! Amen Alleluja
 

venerdì 23 agosto 2013

Con mio figlio pensicchiando...


Riflettendo!
In tutto il mondo stiamo vivendo un grave momento di incertezza!
Non aspettiamo che tutto crolli, nooooo! La Barca fa' acqua da tutte le parti sta per affondare..
Mio figlio dice:- tutto e' gia' crollato, quindi mam'? -  Rispondo.
I pessimisti, vedono solo nero, vedono tutto male.
Gli ottimisti, i buonisti, a volte si illudono,

-
Mi domanda, - allora? Spiegami...
 
Rispondo: - il mondo gli amici i genitori, il posto di lavoro,il tempo libero, la natura ecc.
ci donano momenti di ottimismo e bonta', regalatoci solo da momenti che durano poco.
 
  Non sono del tutto duraturi.
Le qualita' dell'ottimismo e della bonta', si apprendono solo vivendo consapevoli tutti i giorni, tra momenti: di vita serena e movimentata, tra ribellione, quiete, amore e odio. Allora si incarnano le due realta', passando attraverso il corpo, vivificandolo con tanti dolori e gioie sconosciute.
 
 L'amore, la bonta' e l'ottimismo si acquisiscono nella giustizia, sole non potrebbero esistere, esistono se non incarnate nel seme, dentro noi, che " Dio " ha generato ad ognuno di noi, nel propio avvenimento storico, concreto di vita.
-Allora, Marco! Ricominciate, come cominciammo noi e poi ci siamo fermati. Voi continuate:...

 
Non rimanete fermi, nelle bellezze di questo mondo, al denaro,i politici sono molto fragili, non riescono neanche a sollevare se stessi.. ma combattete...combattiamo,  la buona battaglia,siate dei veri ottimisti di Cristo che e' " la Via la Verita' e la Vita",
Cristo ha denunciato le mancanze dei politici, del popolo e del tempio, l'amore e' giustizia, non solo comprensione, Lui ci ha amato fino a morire per noi.
      Non facendo altre guerre che si risolve, il mondo della finanza. Marco, per me e' cosi', non e' una illusione,  Buonismo e ottimismo, non significa lamentarsi e non far nulla. Sono qualita' che agiscono nella vita e nelle situazioni concrete, della giornata, provvedano, dialogono,agiscono.
Dobbiamo tornare di nuovo esseri umani..
Di umano e' rimasto poco..manca la sensibilizazzione del cuore, siamo divenuti ...Marionette nelle mani di altri ..astuti.. che ...Seminano il "Male"

Un abbraccio Marco,   mamma

sabato 10 agosto 2013

Vita bella....



Un giorno, un non vedente era seduto sul gradino di un marciapiede con un
cappello ai suoi piedi e un pezzo di cartone con su scritto: "Sono cieco, aiutatemi per favore".

Un pubblicitario che passava di lì si fermò e notò che vi erano solo alcuni centesimi nel cappello.
Si chinò e versò della moneta, poi, senza chiedere il permesso al cieco, prese il cartone, lo girò e vi scrisse sopra un'altra frase.
Al pomeriggio, il pubblicitario ripassò dal cieco e notò che il suo cappello era pieno di monete e di banconote.
Il non vedente riconobbe il passo dell'uomo e gli domandò se era stato lui che aveva scritto sul suo pezzo di cartone

e soprattutto che cosa vi avesse annotato.
Il pubblicitario rispose: "Nulla che non sia vero, ho solamente riscritto la tua frase in un altro modo".

Sorrise e se ne andò. Il non vedente non seppe mai che sul suo pezzo di cartone vi era scritto: "Oggi è primavera e io non posso vederla".
Cambiamo  i nosti modi di vedere e agire.. quando le cose non vanno molto bene e vedremo che poi andrà meglio.
Lunga vita...Un sorriso e gioia!

domenica 4 agosto 2013

LA DANZA DEL SOLE INDIANA.wmv

lunedì 29 luglio 2013

Buio e Luce...



I Grandi dipinti sono fatti di Luce e Ombra!- 
 Anche la Bellezza della nostra Vita può essere creata da Luci e Ombre
Anche quando non vediamo il Sole, quando stiamo attraversando periodi bui..
che La speranza: da tutto ciò ne usciremo più forti! 
  Non ci sarebbe Arcobaleno senza la pioggia!
   Cosi e' la vita, fatta di gioia e dolori..un sorriso di Luce!

martedì 23 luglio 2013

Il gabbiano Jonathan Livingston

venerdì 19 luglio 2013

I colori delle matite...


La matita possiede 5 qualità. Se riuscirai a trasporle nell'esistenza sarai una persona in pace con il mondo.

Prima qualità: puoi fare grandi cose, ma non devi mai dimenticare che esiste una mano che giuda i tuoi passi. Dio! Ecco come chiamiamo questa mano! Egli deve condurti sempre verso la sua volontà.

Seconda qualità: di tanto in tanto devi interrompere la scrittura e usare il temperino. E' una azione che provoca una certa sofferenza alla matita, ma alla fine essa risulta più appuntita. Ecco perché devi imparare a sopportare alcuni dolori: ti faranno diventare una persona migliore.
Terza qualità: il tratto della matita ci permette di usare una gomma per cancellare ciò che è sbagliato. Correggere una azione o un comportamento non è necessariamente qualcosa di negativo.
Quarta qualità: ciò che veramente importante nella matita non è il legno o la sua forma esteriore, bensì la grafite della mina racchiusa in essa. Dunque presta sempre attenzione a ciò che accade dentro di te.
Quinta qualità: lascia sempre un segno. Allo stesso modo tutto ciò che farai nella vita lascia sempre una traccia: di conseguenza, impegnati per avere piena coscienza di ogni tua azione.

sabato 13 luglio 2013

resuena el alma mia (amore infinito)

giovedì 4 luglio 2013

Guariamo le ferite...


Immaginiamo invece di avere una ferita in un punto del nostro corpo in cui non ci è possibile vederla.
 E' una ferita particolare, in quanto non sempre sappiamo come e quando ce la siamo procurata.
 In verità, spesso non sappiamo neanche di averla.
Un giorno però, una persona ci tocca inavvertitamente proprio in quel punto,
 e questa misteriosa ferita comincia a sanguinare
. Da quel momento in poi, ogni volta che qualcuno metterà il dito nella nostra piaga,
 questa si aprirà, sanguinerà, e ci darà dolore.
Come dicevo, è una ferita particolare: non guarisce mai da sola,
 si ingrandisce sempre di più, e procura sempre più dolore quando viene stuzzicata.
 

Come la si può guarire? Occorre innanzi tutto vederla, prenderne coscienza.
 Poi bisogna avere il coraggio di aprirla, farla sanguinare per l'ultima volta,
 e curarla con dolcezza e attenzione.
 Come per miracolo, dopo  alcuni giorni di medicazione durante i quali l'avremo pulita e disinfettata a dovere,
la ferita sparirà per sempre. 
 
La nostra anima è piena di ferite nascoste, grandi o piccole,
delle quali siamo molto spesso inconsapevoli.
 Abbiamo un solo modo di "vederle",
 ed è attraverso il dolore che ci procurano quando sanguinano.
 Ogni volta che una ferita sanguina,
 noi abbiamo l'opportunità di accorgerci della sua esistenza,
e allora possiamo decidere di guarirla..
E' questione di prendere una libera e sana decisione,
tanta gioia a noi tutti!

martedì 25 giugno 2013

Il voler bene...



 I legami che ci vincolano a volte  sono impossibili da spiegare..
ci uniscono anche quando...
 sembra che i legami si debbano spezzare.
 Certi legami sfidano le distanze  e il tempo e la logica...
  perchè ci sono legami che sono semplicemente
 destinati ad esistere!
Perché il voler bene non si compra,
 non si vende,
né si può evitare:
il voler bene succede.

Gioia nel cuore a tutti noi!

martedì 18 giugno 2013

Con stupore... contempliamo la "Bellezza"..



…lo stupore, la meraviglia,
sembrano non solo parole ma anche esperienze d’altri tempi.
Forse ormai siamo troppo efficientisti e calcolatori
da dimenticare la bellezza delle cose semplici.
Ritorniamo a guardare con il cuore
o con gli occhi della fede la crescita di un fiore
e scorgeremo la bellezza
dell’alberò che diventerà…
Ritorniamo a guardare oltre le cose,
le situazioni e le persone
e forse coglieremo i segreti Disegni del "Creatore"
che con il nostro SI  alla vita..
diventeremoo vere Opere d’arti!
Un sorriso e gioia a noi..

domenica 9 giugno 2013

Tre donne si raccontano..



Tre donne andarono alla fontana per attingere acqua. Presso la fontana, su una panca di pietra, sedeva un uomo anziano che le osservava in silenzio ed ascoltava i loro discorsi.
Le donne lodavano i rispettivi figli.
"Mio figlio", diceva la prima, "è così svelto ed agile che nessuno gli sta alla pari".
"Mio figlio", sosteneva la seconda, "canta come un usignolo. Non c'è nessuno al mondo che possa vantare una voce bella come la sua".
"E tu, che cosa dici di tuo figlio?", chiesero alla terza, che rimaneva in silenzio.
"Non so che cosa dire di mio figlio", rispose la donna. "E' un bravo ragazzo, come ce ne sono tanti. Non sa fare niente di speciale...".
Quando le anfore furono piene, le tre donne ripresero la via di casa. Il vecchio le seguì per un pezzo di strada. Le anfore erano pesanti, le braccia delle donne stentavano a reggerle.
Ad un certo punto si fermarono per far riposare le povere schiene doloranti.
Vennero loro incontro tre giovani. Il primo improvvisò uno spettacolo: appoggiava le mani a terra e faceva la ruota con i piedi per aria, poi inanellava un salto mortale dopo l'altro.
Le donne lo guardavano estasiate: "Che giovane abile!".
Il secondo giovane intonò una canzone. Aveva una voce splendida che ricamava armonie nell'aria come un usignolo.
Le donne lo ascoltavano con le lacrime agli occhi: "E un angelo!".
Il terzo giovane si diresse verso sua madre, prese la pesante anfora e si mise a portarla, camminando accanto a lei.
Le donne si rivolsero al vecchio: "Allora che cosa dici dei nostri figli?".
"Figli?", esclamò meravigliato il vecchio. "Io ho visto un figlio solo!".

giovedì 30 maggio 2013

Quale verita'?..



 

La Verita' fa svanire l'errore, il panico puo' detestarla.
   L'ignoranza puo' deriderla, la malizia puo' distorcerla...ma essa, la verita' e' qui, fa svanire l'errore..e' l'unico terreno su cui stabilirsi.
  Se per un motivo qualsiasi le regole morali sono vistosamente violate, nell'area della politica..
.seghuira' come la notte e il giorno che...quelle regole collasseranno ovunque,
nello sport, nello spettacolo, nelle famiglie, nella scuola, nell'esrcito, nell'economia e nel governo..
    Un momento come questo che passa il Globo la nostra Nazione.. dovrebbe far riflettere e....
 un sorriso triste, svegliamocii!